Mammavadoadamsterdam

Frammenti di vita di un italiano ad Amsterdam

Questo pazzo pazzo mondo di tasse… olandesi

15 commenti

Il Belastingdienst di Amsterdam Sloterdijk

Se vi trasferite ad Amsterdam, una delle prime sfide che dovrete affrontare sarà quella di ottenere il sospirato Sofinummer o BSN number. Si tratta del codice fiscale olandese, senza il quale nessun datore di lavoro potrà mai contrattualizzarvi (per cui vi aspetta solo il lavoro nero, ma se dovete lavorare in nero che ce siete venuti a ffà in Olanda?). Sulla rete sono presenti molte guide per ottenere il numerino, ma voglio raccontarvi la mia esperienza.

Il vostro affezionatissimo si era appunto informato sulla procedura da seguire, ovvero chiamare il numero 0800 0543, premere una sequenza di tasti che varia da guida a guida, mentre si alternano i menu registrati in olandese ed attendere la risposta di un operatore cui rivolgersi in inglese. Non so voi ma io alla risposta dell’operatore non ci sono mai arrivato. Decido quindi di recarmi direttamente a Sloterdijk, dove sorge il grattacielo che vedete in foto e che sarebbe la sede principale dell’Agenzia delle Entrate.

Appena entrato il gentile contribuente viene affrontato da una serie di buttafuori di colore eleganti ma impassibili (non sono buttafuori ma l’aria che avevano era quella) che gli chiedono a cosa è dovuta la sua visita senza lasciargli il tempo di varcare la soglia. Risposta “Sofinummer”. “Ok, si accomodi alla reception”. Mi metto quindi in coda per parlare con la receptionist, nell’atrio vige un silenzio sepolcrale nonostante i 14 sportelli aperti e la gente in attesa. Qui la privacy ha un senso e la linea tracciata per terra da non oltrepassare è distante almeno 3 metri dallo sportello informazioni. Roba che in Italia ci avremmo messo un chiosco di panini in tutto quello spazio “sprecato”.

Giunge velocemente il mio turno e la conversazione con l’addetto si svolge più o meno in questo modo:

“Buongiorno, devo fare il Sofinummer”

“Ha un appuntamento?”

“No, ci ho provato al telefono ma la voce registrata era in olandese, quindi sono venuto qui per fissarlo”

“Non può, deve chiamare per fissare un appuntamento”

“Ho capito, ma sono qui, posso fissarlo dal vivo l’appuntamento!”

“Deve chiamare per fissare un appuntamento”

Al che il contribuente olandese in pectore vorrebbe abbozzare un “Com’è umano lei” di fantozziana memoria, ma l’efficentissimo staff del Belastingdienst (si chiama così l’ufficio delle tasse, impossibile da pronunciare) mi fornisce un prezioso vademecum scritto in olandese e inglese (finalmente!) con la corretta sequenza di tasti da premere al telefono. Per tutti coloro che devono prendere un appuntamento: dovete chiamare lo 0800 0543, poi premere 3 nel primo menu e 3 nel secondo.

Sono riuscito a fissare un appuntamento. Per il giorno dopo. Il tipo al telefono ha risposto a tutte le mie domande in inglese, chiedendomi vari dati, tra cui la nazionalità. Ho potuto scegliere se presentarmi alle 9.20 o alle 11.20 e quando l’ho ringraziato per la gentilezza di è messo a ridere. Forse non sa cosa significa in Italia chiedere informazioni ad un ufficio pubblico per telefono. Impensabile. Ho ancora in mente le ore di coda alla segreteria studenti dell’Università di Torino, con i telefoni che squillavano in eterno, a scandire il passaggio del tempo come un orologio a pendolo che suona di continuo.

Ieri sono tornato al Belastingdienst, puntualissimo, figo nel rispondere prontamente al buttafuori “Devo fare il Sofinummer, ho un appuntamento” il vaffanculo era sottinteso, ma col sorriso. Ho atteso 5 minuti, dopo di ché un’addetta col velo (integrazione… quanti ne avete visti in Italia di mediorientali che lavorano in uffici pubblici?) mi ha fatto compilare un modulo IN ITALIANO e dopo altri 10 minuti avevo il mio Sofinummer. Voilà.

Adesso serve qualcosa per cui pagare le tasse. La canzone del post non può essere che questa:

Annunci

Autore: Angelo

Cambiare vita e trasferirsi ad Amsterdam. Si può fare, non solo ad occhi chiusi. Su queste pagine cerco di restituire un po' di quello che vivo nella capitale olandese.

15 thoughts on “Questo pazzo pazzo mondo di tasse… olandesi

  1. salve, dato che il forum e un po datato qualcuno puo confermarmi se la procedura è la stessa?

  2. Quindi non c’è bisogno di atto di nascita tradotto in olandese e cose varie?
    Grazie mille.
    Ottimo blog

  3. ciao, ti volevo chiedere ma il soffinummer può essere rilasciato anche da chi dorme un mese in ostello in cerca di un lavoro?

  4. Pingback: Teorie e tecniche della registrazione. Come, quando e perché | Mammavadoadamsterdam

  5. Dalla chiamata per l’appuntamento all’appuntamento per il sofinummer quanto tempo passa?
    Grazie

  6. I’m extremely impressed together with your writing talents and also with the format on your weblog. Is this a paid subject or did you customize it yourself? Either way stay up the nice high quality writing, it’s uncommon
    to see a great weblog like this one these days.

    .

  7. Pingback: Amsterdamspotting | Mammavadoadamsterdam

  8. Ciao, ho una situazione un po’ strana: Sono ad amsterdam, ho chiesto e ottenuto il sofi-number a gennaio quindi i quattro mesi cadono a metà maggio, dovevo rimanere solo fino a metà aprile per un tirocinio ma mi hanno accettata per uno stage in un museo fino a luglio, poi non rimarrò in olanda. Sono un po’ insicura sul da farsi, non ho una casa con il contratto per ora e vorrei evitare di dovermi traferire pur di registrarmi per soli due mesi in più…trattandosi di un “lavoro” in un museo statale dovrei essere in regola ma non è un vero e proprio impiego (lì mi pagherebbero solo 330 euro lordi al mese 😦 ). é meglio se mi regstro in comune? ad aprile mi traferirei da una persona che mi ospita, è possibile registrarsi anche solo con una dichiarazione del proprietario di casa dato che non pagherei l’affitto? grazie in anticipo in caso sappiate darmi una risposta…Marta

  9. Ciao, anche se il post è un po’ datato volevo chiederti se anche oggi x prendere appuntamento x il sofi bisogna fare il numero che ci hai detto, perché sul sito ho letto che ora il call-center parla solo in olandese!! :/ grazie e complimenti per il blog!

  10. I like the helpful info you supply in your articles.

    I will bookmark your blog and take a look at once more here regularly.
    I am relatively sure I will learn lots of new stuff right here!
    Good luck for the following!

  11. Pingback: La ricerca del primo lavoro ad Amsterdam « Mammavadoadamsterdam

  12. Il SOFINUMMER e’ riservato (in genere) a chi non ha un recapito in Olanda, se hai un regolare contratto d’affitto ti basta registrarti in comune (cosa che e’ OBBLIGATORIA) e nel giro di qualche giorno ti arriva a casa il BSN (che e’ la stessa identica cosa), senza bisogno di prendere appuntamenti di sorta.

  13. però mi cade proprio in basso ‘sta Olanda: appuntamento solo via telefono? e non anche con internet? vergogna….
    agenzia entrate vince sul punto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...