Mammavadoadamsterdam

Frammenti di vita di un italiano ad Amsterdam

Amsterdam la MILF che gioca a fare la Sirenetta

Lascia un commento

Reperti birra Waterlooplein Amsterdam

Se il sottosuolo di Amsterdam potesse parlare sarebbe come ascoltare la voce di una signora di mezza età. Se Roma è la vecchia saggia che tutto ha visto e tutto sa, Amsterdam è una quarantacinquenne che si mantiene benissimo e non si fa mancare niente a livello di sfizi, amanti e divertimento.

MILF, cougar, chiamatela come volete, ma una bella signora ancora piacente. Si mantiene in forma pedalando anche sotto la pioggia ed è in grado di farvi ubriacare senza essere più che brilla. Nella stazione della metropolitana di Waterlooplein sono esposti i reperti archeologici emersi in Oudezijds Achterburgwal durante i lavori di risistemazione del canale. Il sottosuolo sabbioso della città ha rivelato una parte piccolissima dei segreti che essa custodisce pochi metri sotto il livello del mare. Allora forse Amsterdam è una Sirenetta laboriosa che ha messo da parte i ricordi più belli: le sbronze più clamorose, i baci rubati, le avventure di una notte, ma solo quelle che non voleva dimenticare.

L’esposizione inizialmente mi ha fatto sorridere, abituato da buon italiano ad avere altre abitudini a livello di ritrovamenti archeologici, ma a guardar bene quei reperti testimoniano 400 anni di vita del canale. Quattrocento anni di bicchieri, bottiglie e recipienti vari per bere.

Reperti Waterlooplein

Del resto cos’è l’archeologia? Secondo Wikipedia “La scienza che studia le civiltà e le culture umane del passato e le loro relazioni con l’ambiente circostante, mediante la raccolta, la documentazione e l’analisi delle tracce materiali che hanno lasciato (architetture, manufatti, resti biologici e umani). Lasciando stare i resti biologici che già se ne vedono troppi in strada (i poliziotti a cavallo oltre ad incutermi un timore ingiustificato lasciano parecchi ricordi) quei bicchieri sono un libro aperto su quella che era Amsterdam nel corso dei tempi.

Se scendete a Waterlooplein (nel raro caso in cui abbiate preso la metropolitana) date un’occhiata a quei bicchieri e quelle bottiglie. Sembra di sentire le voci di uno dei tanti cafè bruin della città, dove la birra non finisce mai, i posti a sedere sono pochissimi e le luci soffuse si specchiano nelle grandi finestre che danno sulla strada. Dall’altra parte dei vetri Amsterdam vi osserva un po’ come mister Scrooge guidato dallo spirito del Natale. Ma a differenza del personaggio di Dickens si diverte. E voi con lei.

PS: so che sognavate un video di qualche MILFona ad Amsterdam, ma la clip del post è questa:

Annunci

Autore: Angelo

Cambiare vita e trasferirsi ad Amsterdam. Si può fare, non solo ad occhi chiusi. Su queste pagine cerco di restituire un po' di quello che vivo nella capitale olandese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...